Stampa
PDF

Organizzazione aziendale

Studio RM accompagna le imprese e gli enti locali nei processi di riorganizzazione.

Le modalità di riorganizzazione sono contenute nel libro di Roberto Lenzi, socio fondatore di Studio RM, dal titolo:

"INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA IN TEMPO DI CRISI - Come rilanciare e farsi seguire nel cambiamento"

Visualizza l'INDICE del libro

Sei interessato ad acquistare il libro o semplicemente ad avere qualche informazioni in più?

Scrivi un email a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Alcuni dei Punti Chiave del cambiamento organizzativo che vengono trattati all'interno del libro:

Kotter (2009) scrive che “il 70%, dei progetti di cambiamento falliscono oppure anche se gli obiettivi sono stati raggiunti, lo sono stati ad un costo superiore del previsto, in ritardo e con grande frustrazione, e che solo nel 10% dei casi il cambiamento si è concluso in maniera positiva oltre le aspettative”. Kotter (2009) ritiene che la causa di molti fallimenti sia ricollegabile al fatto di non esser riusciti a creare un senso di urgenza, ad aver commesso degli errori che erano prevedibili.

"Le organizzazioni si trasformano nel corso del processo elaborando e mutando gli obiettivi fissati inizialmente. Di conseguenza la regola è la sorpresa, lo stupore, l'imprevisto, l’elemento certo è l’incertezza. Quindi muoversi in momenti in cui la crisi è acclarata non è molto diverso dall’operare nelle normali situazioni in cui si muove l’organizzazione".

"In una logica in cui fondamentale diventa la tensione verso l’apprendimento per innovare, potrà risultare necessario anche “disimparare” quei processi e pratiche che nel presente risultano inadeguate anche se in passato avevano dimostrato di essere fonte di successo (Fiol, Leyes. 1985; McGill. Slocum, 1993)".

"Secondo la teoria delle contingenze strategiche (Chandler, 1963), il potere deriva dalla possibilità di offrire qualcosa di unico, che l’organizzazione tiene di gran conto come ad esempio un alto tasso di rendimento o una particolare abilità tecnica.
Però l'abilità senz'altro più apprezzata, da sempre, nelle varie unità specializzate o reparti, è la capacità di proteggere altri attori dell'organizzazione dall'incertezza".

"I vincoli e le circostanze ambientali come la crisi finanziaria e dei consumi provocano incertezza, ma creano anche tutta una serie di opportunità per coloro che devono gestirla per conto dell'organizzazione".

"Se l'enfasi di Kets de Vries (1998) è sugli insegnamenti dei grandi leader, decisamente opposta invece è la prospettiva adottata da McGill e Slocum (1998) che, a fronte del persistere in letteratura di una tendenza ad esaltare la leadership eroica ed eccezionale, propongono un modello di leadership di misura, una "piccola leadership", appropriata però anche a grandi risultati.  Se la leadership dell'eccellenza è una meta irraggiungibile per la maggior parte degli attori organizzativi,  i piccoli atti di leadership di McGill e Slocum sono invece adeguati e commisurati ad una leadership "in crescita", ad una leadership che può essere appresa, che si sostanzia in un'attività relazionale saldata dalla fiducia".

"Gli individui tendono a resistere al cambiamento quando percepiscono una minaccia alla propria sicurezza e a ciò che sarà di loro nel futuro, anche laddove il cambiamento sia necessario per la sopravvivenza dell’azienda. ....Fatte queste premesse è però utile ricordare che Kotter (2009) sostiene “che le resistenze al cambiamento vedono  perdere la  loro forza  quando le cause sono inarrestabili, quando gli avvenimenti cominciano a passare sopra la testa delle persone senza che ne abbiano più il controllo”.

“Creare un cambiamento senza averlo reso esplicito e chiaro a tutti, costringe gli impiegati a creare ciascuno il proprio quadro di riferimento. Non ha importanza che cosa, esattamente, i vari impiegati allucinano. L'importante è che i quadri di riferimento che si creano possono essere tali che, al loro interno, il cambiamento appaia giusto o ingiusto (Bandler e Grinder, 1982)”.

Contattaci Informazioni

Prossimi WorkShop

WORKSHOP INDUSTRIA 4.0

WORKSHOP INDUSTRIA 4.0

PIOGGIA DI AGEVOLAZIONE ALLE IMPRESE CON INDUSTRIA 4.0: COME OTTENERLE Iper-ammortamento del 250%: i requisiti minimi per l'accesso Credito d'im...

Accedi alla sezione WorkShop Prossimi

Novità in edicola

http://www.classabbonamenti.com/content/images/thumbs/0008947_agevolazioni_40_400.jpeg

AGEVOLAZIONI 4.0

LE OPPORTUNITA' PER PROFESSIONISTI ED IMPRESE

- Iperammortamento al 250%

- Interconnessione dei beni

- Super-ammortamento

- Sabatini e altre agevolazioni

- Patent box d'Europa

- Crediti fiscali per la ricerca

- Bonus fiscali per la formazione


Gennaio 2018



In libreria

Per maggiori info clicca qui

Visualizza alcune recensioni

 

Vuoi restare aggiornato sulla finanza agevolata?

Invia la richiesta e riceverai l'invito

This site uses cookies. By using the site or closing the banner you accept their presence. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information